italiano english française español español

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 
Home
Chi siamo
Cosa offriamo
Perché preghiamo
Vangelo e vita

 






Vangelo a colazione
Pensieri del mattino della famiglia Castaldi (Saronno, Italia) riunita per pregare e crescere insieme.
Riflessioni offerte a tutti per innescare la preghiera nelle famiglie cristiane del mondo.

760 - La forza dell’apostolo è la debolezza

08-Jul-2018 - XIV settimana del Tempo Ordinario – Domenica
Parola di Dio            
Per questo, affinché io non monti in superbia, è stata data alla mia carne una spina, un inviato di Satana per percuotermi, perché io non monti in superbia. A causa di questo per tre volte ho pregato il Signore che l’allontanasse da me. Ed egli mi ha detto: «Ti basta la mia grazia; la forza infatti si manifesta pienamente nella debolezza». Mi vanterò quindi ben volentieri delle mie debolezze, perché dimori in me la potenza di Cristo. Perciò mi compiaccio nelle mie debolezze, negli oltraggi, nelle difficoltà, nelle persecuzioni, nelle angosce sofferte per Cristo: infatti quando sono debole, è allora che sono forte. 2Cor 12,7-10
Pensieri            
Molti esegeti, nel corso dei secoli, hanno cercato di supporre quale potesse essere questa spina con la quale Satana ha tormentato Paolo per tutta la sua vita apostolica. Certamente doveva essere qualcosa che gli impediva di compiere in pienezza la sua missione, ma poiché Paolo non ha voluto dire chiaramente di cosa si trattasse, noi rispettiamo la sua privacy e non avanziamo alcuna ipotesi. È da approfondire, invece, la risposta del Signore alle tre volte che Paolo gli ha chiesto di togliergli quella spina: “Ti basta la mia grazia; la forza [di Dio] infatti si manifesta pienamente nella debolezza”.
Vent’anni fa, quando ero più attivo nel Rinnovamento Carismatico, fui invitato a portare il mio contributo ad una giornata di ritiro spirituale. Partecipai alle preghiere dell’assemblea, feci un insegnamento sui carismi che il Signore dispensa a suo piacimento agli operai della sua vigna e conclusi con una preghiera di guarigione comunitaria. Alla fine fui avvicinato da un sacerdote che chiese di parlarmi in privato. Quando fummo a tu per tu, in una saletta, mi chiese di pregare su di lui, perché il Signore lo liberasse da alcune tentazioni abbastanza ricorrenti, senza dirmi di che natura fossero. Durante la preghiera capii che erano tentazioni omosessuali e che quella persona aveva ricevuto un potente carisma di annuncio del Vangelo. Aprimmo la Bibbia a questa pagina e leggemmo: “Ti basta la mia grazia; la forza infatti si manifesta pienamente nella debolezza”. Riflettemmo insieme su questo versetto ed alla fine gli dissi: “Vedi, anch’io, pur essendo un laico, ho ricevuto dal Signore il dono dell’annuncio del Vangelo, però quando il Signore mi ha chiamato a questo servizio ero balbuziente, ma questo non è mai stato un problema per me, perché il Signore mi ha guarito quasi subito”. Non possiamo pretendere di essere senza limiti, ma dobbiamo trovare in noi la forza del maggiolino. Alcuni americani, dopo studi accurati, hanno sentenziato che un
insetto con quel peso, quella forma e quelle ali così piccole, non potrebbe volare. Il maggiolino però non lo sa e vola lo stesso.


 

Anna Maria Rossi e Pierluigi Castaldi
via Gaudenzio Ferrari, 29 - 21047 Saronno (VA) ITALY